ETICO E TIPICO il buono di Modena, raddoppia

Il Comune di Modena insieme a Piacere Modena sta portando avanti la seconda edizione del corso per esercizi modenesi che scelgono di non ospitare slot machine nei propri locali, di contrastare l’abuso di alcol, di combattere lo spreco, e offrire alimenti per celiaci e prodotti tipici locali. 

Dopo il riconoscimento per 23 esercizi, fra bar e ristoranti, della certificazione dell'impegno nel portare avanti un'attività rispettosa del territorio e dei consumatori, il progetto Etico e Tipico è tornato offrendo il proprio corso a 15 responsabili di altrettante attività modenesi.

I corsi sono iniziati lo scorso 19 giugno e si protrarranno fino al 3 luglio, per un totale di tre lezioni dalla durata compresa fra le tre e le quattro ore, ospitate nella Sala Borsa merci di Palatipico.

 

Durante le lezioni del 19 e 25 giugno sono state illustrate ai corsisti le produzioni DOP del territorio modenese con accenni alle IGP e le procedure e accortezze da tenere in considerazione per servire al meglio i clienti celiaci.

L'ultimo incontro riguarderà le tematiche del gioco d'azzardo, della somministrazione di alcolici a minori e della raccolta differenziata dei rifiuti.

 

A conclusione del corso gli esercizi si impegneranno a rispettare i punti della carta di Etico e Tipico, fra i quali quello che coinvolge il progetto Nessuno spreco, che prevede la donazione, a fine giornata, delle preparazioni alimentari invendute, ma valide a tutti gli effetti, ad associazioni di volontariato.


Gli esercizi che si impegneranno a seguire i punti previsti dal programma Etico e Tipico potranno esporre il logo dell'iniziativa nei propri locali.

etico tipico logo 160x2