Aceto Balsamico

Modena è la capitale mondiale dell'Aceto Balsamico, erede della consuetudine degli antichi romani di cuocere il mosto dell'uva per concentrarlo.

Il mosto cotto delle uve modenesi viene lasciato fermentare e invecchiare in serie di piccole botti, secondo un lungo e laborioso processo che lo trasforma nel tempo in un aceto dal profumo e dal sapore ineguagliabili.

Oggi l'Aceto Balsamico prodotto nel nostro territorio si divide in "Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP", prodotto esclusivamente con mosto cotto delle uve modenesi, fermentato per almeno 12 anni per il DOP normale e per almeno 25 anni per il DOP extravecchio e in "Aceto Balsamico di Modena IGP", prodotto esclusivamente con mosti di uva con l'aggiunta di aceto invecchiato e una percentuale di aceto di vino.